liguria notizie

Monaco-mostra-Ambiente-declino-rinascita-640x413

MONACO. 27 SET. Si è appena conclusa nella prestigiosa sede della Sala Théâtre dell’Hotel Métropole, nel cuore del Principato di Monaco, una tre giorni dedicata all’Arte internazionale, nelle sue più varie “dimensioni”: la 7a Biennale d’Arte Internazionale, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Monaco.

Dal 23 al 25 settembre, il pubblico ha potuto apprezzare opere di pittura, di scultura, di fotografia, di grafica, incisioni, bassorilievi e lavori realizzati al computer, abilmente selezionati dalla Galleria d’Arte La Telaccia by Malinpensa, con la collaborazione di critici d’arte, giornalisti, editori, galleristi e professionisti, che hanno composto la Giuria tecnica.

Questa edizione ha registrato una significativa presenza di artisti – 47 opere esposte su più di tremila adesioni ndr – e di pubblico, tra cui S.E. Cristiano Gallo, il nuovo Ambasciatore d’Italia a Monaco. Il tema affrontato quest’anno è il rapporto tra uomo e ambiente, un argomento particolarmente delicato ormai agli onori della cronaca.
Ambiente: declino o rinascita?” Un’interessante riflessione che ha spinto i partecipanti alla kermesse ad indagare su quanto le azioni dell’uomo possano influire, positivamente o negativamente, sull’ecosistema, di cui noi stessi siamo parte integrante.

La creatività non ha deluso, dando vita a creazioni astratte e figurative che hanno rappresentato elementi della natura (es.: Laura Ghilarducci: “Blossom”), affiancati a simboli dell’era industriale (es.: Emanuele Degano: “La raffineria”) e a figure naturali antropomorfe (es.: Bianca Sallustio: “Breed to come”), con richiami alle tecnologie “pulite” (es.: Rosa Rizzo: “Pala eolica”) e all’importanza delle risorse naturali, come l’acqua (es.: Antonio Salinari: “Attesa” – scultura lignea ndr -).

Maurizio Abbati

Share on FacebookShare on Google+Email this to someone