FERNANDA CERRINA

25 SETTEMBRE – 6 OTTOBRE 2015

  • "Trillìo di gocce"- Olio su tavola - Cm 87x60 - Anno 2013

“ L’intima visione dei sogni ”

E’ un racconto istintivo, quello dell’artista Fernanda Cerrina, che denota una visione contemplativa assoluta, dove ogni particolare dell’opera acquista la vera essenza di un sogno poetico e di notevole ricchezza d’animo. La capacità di penetrare nella profondità intimistica dei suoi personaggi, è per l’artista, la sua ragione di fare arte. Sono immagini che si proiettano oltre la dimensione terrena, tra conscio e inconscio; esse rivelano il senso ed il potere espressivo del racconto. Spontaneità, vero sentimento ed impulso creativo risuonano costantemente nel suo iter pittorico con un’autenticità di comunicativa; è un simbolismo che nasce dalla visione di sogni capace di perforare l’animo e la mente dell’osservatore. Pittura istintiva, densa di grande respiro in cui si narrano storie di forte valenza emotiva che scandiscono il tempo e che scavano nel profondo. Il suo linguaggio comprende svariate sfaccettature e tematiche della vita, come gioie e tormenti ma anche simboli e segni che, nel loro insieme, vengono affrontati dalla Cerrina con rispetto verso l’umanità e messaggio di pace e amore. E’ in questo universo che l’artista Fernanda Cerrina realizza i dipinti: in perfetta simbiosi con la sua anima, sempre pulsante di umanità ed emozioni vere. Atmosfere palpitanti di ricordi, simboli, sogni e vissuto vivono in una coerenza di linguaggio e di originalità stilistica del tutto unica. La presenza costante ed affascinante della figura femminile, che sa continuamente rigenerarsi nell’opera, emerge con una intensa forza espressiva e con una notevole spiritualità all’insegna di una interpretativa completa e di una ricerca emozionale in grado di mostrare la fuga da qualsiasi schema razionale. La conoscenza e l’abilità della tecnica ad olio su tavola presenta un’estensione della materia densa e vigorosa di particolare stesura, mentre il tratto diretto, energico ed appassionato, altamente simbolico nell’opera, esalta una struttura interessante di creativa rivelazione. Il colore, illuminato da incisive accensioni e magistrali effetti cromatici, vive in un contesto coreografico di qualità che coincide con una resa formale dinamica, che conferma un’arte ricca di suggestiva senza tralasciare l’aspetto significativo. La Cerrina, avvalendosi di un concetto simbolico- lirico di estrema sensibilità, interpreta le sue immagini con un sentimento tattile ricco di pulsione interiore e di evidente valore contenutistico che invade il suo spazio pittorico. L’artista dipinge i suoi sogni e le sue visioni con uno stile unico e con una personalità dirompente; in ogni sua rappresentazione si trova una dimensione onirica di evidente comunicabilità in cui la realtà e la fantasia convergono in un’unica direzione che è quella di sviluppare inarrestabili sensazioni al fruitore. Attraverso la sua pittura più intima, ella fissa l’emozione nell’opera in un’elevazione spirituale autentica, ricca di introspezione e di una riflessiva non comune la cui espressione artistica, di importante arricchimento interiore, si fonde con un’innovativa impostazione scenografica.

Monia Malinpensa

Share on FacebookShare on Google+Email this to someone